HANNO DETTO DEL COROANAROMA

In occasione di un recente incontro di cori alpini tenuto all’Aquila, ho finalmente potuto ascoltare il Coro dell’A.N.A. di Roma, che conoscevo da tempo per fama. In concerto, per la strada o a tavola cantano come se fosse la cosa più facile del mondo, e vi assicuro che non lo è. L’alto grado di professionalità che hanno raggiunto mi ricorda il famoso adagio attribuito a Picasso: "la tecnica bisogna conoscerla tanto bene da dimenticarla". Sotto la magistrale guida del loro direttore Guido Podestà hanno imparato a porgere meravigliosi canti con naturalezza e bravura, procurando un intenso piacere a chi li ascolta.

Teo Usuelli †
Ho conosciuto da vicino il Coro A.N.A. di Roma...Sono cantori di tutte le età e di tutte le professioni, legati dall’amore per la montagna e dalla passione per il canto... Sotto l’esperta direzione del Maestro Guido Podestà, interpretano con naturalezza, genuinità ed anche con un invidiabile livello artistico i canti alpini, di montagna e le canzoni regionali italiane e straniere di ispirazione popolare. Ad essi ho affidato l’esecuzione de "II Canto dell’oblio", da me recentemente composto, ricordando un antico motivo incaico delle Ande del Perù. E stato un bel successo per il Coro; per il pubblico e per me una forte emozione.

Roman Vlad †
Ho ascoltato all’Auditorium del Foro Italico della RAI un concerto del coro A.N.A. di Roma. Sono rimasto stupefatto dalla perizia sia di ogni singolo componente di questo coro, sia dall’insieme e soprattutto dal Maestro che lo dirige: Guido Podestà...

Franco Mannino
Una buona esecuzione avviene sempre per la somma di fattori tecnici, magici ed empirici: l’intonazione, il buon attacco, l’insieme, la qualità del suono, il rispetto di ciò che l’autore ha scritto e di ciò che il direttore chiede, e ancora tante altre cose. L’impressione che ebbi la prima volta che ascoltai il coro dell’A.N.A. di Roma diretto dal Maestro Guido Podestà, fu che tutto quanto detto e anche di più fosse magicamente presente. Merito certamente del suo ottimo direttore, ma anche della bravura individuale e collettiva dei cantori che onorano l’arte corale come pochi altri gruppi. Spero continuino così e che allarghino il loro repertorio anche a brani pensati e scritti per loro, fino a toccare alti livelli anche nelle scelte musicali.

Ennio Morricone
E, per finire, la recensione di un quotidiano dopo uno dei concerti del Coro



Fare clic sul logo del coro o toccarlo per tornare alla pagina "CHI SIAMO"
Copyright© coroanaroma 2015 - tutti i diritti riservati